Il Parlamento UE approva i PEPP »

Il Parlamento europeo ha approvato giovedì 4 aprile, la creazione di un modello paneuropeo di piani pensionistici (PEPP) che aiuterà gli utenti a mantenere i benefici di un piano in tutti i paesi dell’UE e garantirà loro le stesse condizioni in tutti i paesi.

In altre parole, sarà stabilito un modello comune per gli utenti che desiderano investire in un piano pensionistico integrativo e “portarlo” con sé in caso di trasferimento in un altro Stato membro.

La liberale olandese Sophie in ´t Veld, responsabile di questo negoziato al Parlamento europeo, ha spiegato che uno dei principali vantaggi dei PEPP sarà in termini di supervisione. “Abbiamo raggiunto ciò che avevamo promesso: un prodotto veramente paneuropeo che sarà facile, sicuro e buono per i consumatori”, ha detto.
Ha affermato che le norme stabiliscono ampi diritti dei consumatori, compresa la supervisione paneuropea da parte di Eiopa, una chiara serie di informazioni da fornire ai risparmiatori. Essi prevedono inoltre una consulenza obbligatoria per garantire che i risparmiatori sappiano cosa stanno acquistando e cosa possono aspettarsi.

Secondo i dati della Commissione europea, questo nuovo regolamento e la certezza del diritto potrebbero far triplicare, entro il 2030, il patrimonio gestito nel mercato della previdenza integrativa, portandolo a 2,1 trilioni di euro.

Per quanto riguarda il trattamento fiscale, in una raccomandazione separata al Consiglio, gli eurodeputati sostengono che il nuovo modello europeo dovrebbe beneficiare di un trattamento fiscale preferenziale per attirare i risparmiatori; un’opzione sarebbe che i PEPP ricevano lo stesso trattamento fiscale dei cittadini nazionali, mentre l’altra sarebbe che tutti i paesi dell’UE concordino un trattamento fiscale specifico.

L’Eiopa ha accolto con favore l’adozione di questo nuovo regolamento. Il presidente, Gabriel Bernardino, ha commentato in una nota: “questo regolamento è un primo passo importante per dare ai cittadini europei un prodotto alternativo sostenibile che contribuisca a colmare il divario nel risparmio pensionistico. L’Eiopa, insieme alle autorità nazionali competenti, garantirà un’attuazione tempestiva e un’applicazione coerente in tutti i paesi dell’UE.

Per Insurance Europe è troppo presto per determinarne l’impatto.
A questo proposito, Nicolas Jeanmart, responsabile delle assicurazioni personali, generali e macroeconomiche di Insurance Europe, ha sottolineato che, nello sviluppo dei PEPP, l’UE si è mossa verso la creazione di un contesto normativo che riconosce i piani pensionistici come fondamentali nella nostra società in un momento in cui una delle maggiori sfide è l’invecchiamento della popolazione. Egli ritiene che questo sia un momento cruciale per i responsabili politici per riconoscere il potenziale di questi prodotti e aumentare il risparmio previdenziale.
Tuttavia, ha aggiunto che è troppo presto per sapere se i consumatori saranno interessati a questi prodotti, quindi è anche troppo presto per conoscere il loro impatto sui livelli di risparmio dei clienti. Le misure tecniche di livello II che definiscono le caratteristiche dei prodotti saranno fondamentali, così come il lavoro che Eiopa svilupperà nel corso del prossimo anno. Sarà molto importante, ha detto Jeanmart, garantire il denaro investito indipendentemente dal tipo di fornitore del Piano o che i rischi associati ai prodotti di risparmio a lungo termine siano noti con precisione.

Il testo (Edizione provvisoria):

http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//NONSGML+TA+P8-TA-2019-0347+0+DOC+PDF+V0//IT